Questo sito utilizza cookie Pi� informazioni

Parlamento

Taglio ai vitalizi degli ex deputati: ecco la sforbiciata agli assegni

di Nicoletta Cottone
13 Luglio 2018

La delibera Fico approvata dall'Ufficio di presidenza della Camera taglia i vitalizi degli ex deputati: risparmio di 40 milioni l'anno, 200 in tutta la legislatura. Gli assegni degli ex onorevoli vengono ricalcolati con il metodo contributivo in proporzione ai contributi effettivamente versati. Fissata una soglia minima di 980 euro per una sola legislatura, 1.470 euro con due legislature e un taglio superiore al 50% del vecchio vitalizio. Il taglio vale solo per gli ex deputati, perché per i deputati i vitalizi sono stati aboliti da anni.

Chi non perde
Vitalizi immutati per chi col passaggio al contributivo avrebbe visto aumentare l'assegno come Massimo D'Alema (da 9.893 a 10.142) e Gianfranco Fini (da 10.631 a 11.929).

Walter Veltroni
L'ex sindaco di Roma è stato deputato in sei legislature: taglio da 9.850 a 6.817 euro lordi.

Paolo Cirino Pomicino
L'ex ministro è stato deputato in sei legislature: taglio da 9.636 a 5.418 euro lordi.

Nichi Vendola
L'ex presidente della Regione Puglia deputato in 5 legislature: taglio da 8.106 a 4.969 euro lordi.

Calogero Mannino
L'ex ministro deputato in 6 legislature e senatore in una: taglio da 10.330 a 6.695 euro lordi.

Antonio Matarrese
L'ex presidente della Lega calcio è stato deputato in 5 legislature. Taglio da 7.709 a 3.045 euro lordi.

Romano Prodi
L'ex presidente della Commissione europea deputato in 2 legislature. Taglio da 4.725 a 3.860 euro lordi.

Claudio Martelli
L'ex ministro è stato deputato in 4 legislature. Taglio da 8.455 a 3.398 euro lordi.

Ilona Staller
La porno star è stata deputata in una legislatura. Taglio da 3.108 a 1.385 euro lordi.

Gino Paoli
Il cantante è stato deputato in una legislatura. Taglio da 3.108 a 1.088 euro lordi.

Luciana Castellina
La giornalista è stata deputata in 4 legislature. Taglio da 5.098 a 783 (ricalcolo con la soglia minima).