Questo sito utilizza cookie Pi� informazioni

Parlamento

Big data, cyberbullismo e banche: in Parlamento torna voglia d’inchiesta

di Marta Paris
15 Luglio 2018

Le commissioni permamenti hanno iniziato a lavorare da meno di un mese. mercoledì prossimo, dopo settimane di braccio di ferro sulle presidenze, sarà la volta della Vigilanza Rai e del Copasir. Eppure se agli ingranaggi parlamentari mancano ancora alcuni tasselli per marciare a pieno regime, tra gli scranni di Camera e Senato torna la voglia di inchiesta, e fioccano le richieste di Bicamerali che si occupino di fare luce sui mali, le tragedie e i misteri irrisolti del nostro paese. E dall’inizio della legislatura le proposte depositate sono già più di 50.

Non solo Antimafia, debuttano i big data torna Ustica
Circa la metà (25) delle 54 proposte di legge che chiedono l’istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sono state già assegnate ma per nessuna è inizato l’esame. E gli ambiti di indagine sono i più disparati. Al di là dell’Antimafia che ormai è diventata una sorta di commissione permanente istituita senza soluzione di continuità dalla X legislatura, e quella sul ciclo dei rifiuti, anch’essa ripetuta negli anni, debutta in questo parlamento il tema dei big data e della privacy. Ma anche i fenomeni del bullismo e cyberbullismo. Tornano il disastro aereo di Ustica nel 1980 e le tragedie dei terremoti. Sotto la lente ci sono poi le agevlazioni statali alla Fiat, la contraffazione commerciale e i sovraffollamento delle carceri. Sono sei le proposte di inchiesta sul sistema bancario, nonostante proprio l’ultima relazione bicamerale della XVII legislatura abbia proprio riguardato questo tema.

Nella storia della Repubblica 86 commissioni d’inchiesta
Proprio l’ultima bicamerale istituita, quelle sulle debolezze del nostro sistema bancario e creditizio che ha chiuso i lavori in extremis prima della fine della scorsa legilatura è stata la numero 86, dal 1948 a oggi. Le commissioni parlamentari d’inchiesta messe una dietro l’altra raccontano la storia della Repubblica lungo un filo rosso che parte dai temi sociali del dopoguerra e passa attraverso i misteri, le stragi insolute, i disastri, gli scandali d'Italia. In media ce ne sono state cinque a legislatura. A detenere il primato di 15 istituzioni è stata la XVII.