Questo sito utilizza cookie Pi� informazioni

Attualita

Csm, Piercamillo Davigo primo degli eletti in Cassazione

di Nicola Barone
11 Luglio 2018

È risultato il primo degli eletti fra i nuovi consiglieri del Csm, Piercamillo Davigo. Il leader di Autonomia e Indipendenza ha fatto il pieno di voti. Seconda eletta è Loredana Miccichè di Magistratura Indipendente. Restano fuori i candidati di Unicost, al corrente di centro della magistratura e di Area, il cartello che rappresenta i gruppi di sinistra. Lo spoglio riguardava i due posti destinati ai magistrati della Cassazione.

L'ex pubblico ministero di Mani Pulite ha ottenuto 2522 voti, ripetendo l'exploit di due anni fa alle elezioni dell'Anm. Mentre la seconda eletta, Loredana Miccichè, di Magistratura Indipendente, ha ricevuto 1761 preferenze. Come detto restano fuori i candidati di Unicost Carmelo Celentano con 1714 voti e di Area Rita Sanlorenzo, che si è fermata a 1528 preferenze. Ora dovrebbe cominciare lo spoglio che riguarda i pubblici ministeri, quattro i consiglieri da eleggere.

Affluenza all'88%, più del 2014
Pari all'88% del totale è stata l'affluenza alle urne per le elezioni dei 16 togati del Csm. Hanno votato 8010 magistrati su 9102 aventi diritto. La partecipazione al voto è stata superiore a quella di quattro anni fa, allora la percentuale si fermò all'85% perché votarono 7420 magistrati su 8697 elettori.